Roma, (TMNews) - In Italia i poveri costretti a chiedere aiuto per mangiare sono arrivati a superare nel 2013 la cifra record di 4 milioni. E di questi, quasi 4 su 10, si trovano al Sud. La fotografia l'ha scattata la Coldiretti dopo il calo del reddito delle famiglie certificato dall'Istat.Per effetto della crisi economica e della perdita di lavoro dunque l'aumento degli "assistiti" è "esponenziale": erano 2,7 milioni nel 2010, sono saliti a 3,3 milioni nel 2011, hanno raggiunto i 3,7 milioni nel 2012 fino agli oltre 4 milioni del 2013.Nel Mezzogiorno, negli ultimi tre anni, si contano oltre un milione di indigenti, in aumento del 65%; con punte preoccupanti in alcune aree come la Campania e, in misura minore, in Puglia e Calabria. Nell'Italia centrale si è passati da oltre mezzo milione a circa 700mila e solo nel Lazio è stato registrato un incremento di 100mila assistiti. Nelle isole si è passati da mezzo milione a quasi 750mila, di cui ben 660mila in Sicilia. E va male anche al Nord dove, per la prima volta, gli assistiti hanno superato il milione, con quasi 330mila in Lombardia e 228mila nell'Emilia Romagna colpita dal terremoto.