Washington (TMNews) - Bank of America pagherà caro per la crisi dei subprime, scoppiata alla fine del 2006 negli Stati Uniti e che ha avuto gravissime ripercussioni sull'economia mondiale, innescando l'attuale congiuntura economica.L'istituto si sarebbe accordato con le autorità federali e statali degli Stati Uniti per una multa record tra i 16 e i 17 miliardi di dollari. Una sanzione che prevede il versamento di 9 miliardi alle autorità e il resto agli investitori danneggiati.I cosiddetti subprime sono prestiti ad alto rischio finanziario concessi dalle banche a favore di clienti tutt'altro che solidi dal punto di vista debitorio che danno vita a spericolate speculazione finanziarie.La Bank of America è sotto accusa per avere collocato sul mercato titoli garantiti da mutui ipotecari fornendo descrizioni non esatte sulla qualità dei titoli emessi. Agli investitori furono infatti venduti titoli legati a mutui concessi a soggetti che difficilmente sarebbero stati in grado di onorare il debito. I prodotti finanziari venivano invece presentati come investimenti relativamente sicuri.In seguito al crollo del mercato immobiliare si verificarono fortissime perdite per gli investitori che contribuirono a innescare la crisi economica mondiale.(Immagini Afp)