Milano (TMNews) - Telecomunicazioni e tecnologia sempre più rilevanti nel paniere dei consumi degli italiani, mentre i maggiori risparmi sono stati fatti nel settore della mobilità. E' quanto emerge dall'analisi di Confcommercio sul periodo 1992-2012, periodo nel quale a calare è stata soprattutto la spesa per abbigliamento, mezzi di trasporto e acquisto di cibo. Particolarmente interessanti i dati sugli ultimi cinque anni: dal 2007 gli acquisti di beni per la telefonia sono aumentati del 77%, quelli di computer e televisori del 21%. Di contro è significativo il dato sulle spese per il trasporto, e le automobili in particolare, che sono calate del 45%. Nonostante la crisi e la complessiva riduzione dei consumi, secondo Confcommercio, gli italiani hanno scelto di rinunciare a vestiti e scarpe, ma non ai device elettronici e ai telefonini.