Roma, (TMNews) - Anche in febbraio lo stock dei prestiti registra unadiminuzione del 4,9%, con un ulteriore peggioramento rispetto al-4,7% registrato nel mese precedente.Il dato emerge da una elaborazione di Confartigianato che haanalizzato l'andamento dei finanziamenti al sistemaimprenditoriale italiano. E se da un lato il credito si riducedall'altro peggiora anche il costo del denaro: per gliimprenditori italiani - afferma Confartigianato - continua adessere il più alto d'Europa con tassi di interesse sui nuovifinanziamenti pari al 3,45%, superiori di 72 punti base inconfronto alla media del 2,73% registrata nell'Unione europea.Nel dettaglio, sono le aziende di piccola dimensione le piùpenalizzate sul fronte del caro-denaro: infatti, i tassi medi diinteresse applicati ai prestiti fino a 250.000 euro raggiungonoil 4,75%. Addirittura i tassi raggiungono punte record inCalabria e in Sardegna: Crotone è 'maglia nera' per i tassi piùalti che toccano l'8,67%. Sul versante opposto dellaclassifica, la provincia autonoma di Bolzano fa registrare tassidi interesse del 3,81%.