Roma, (askanews) - Sul codice degli appalti meglio procedere con "piccoli miglioramenti", ha avvertito il presidente della Consip, Roberto Basso, a margine del convegno promosso a Roma dallo studio legale Di Pardo e organizzato dal gruppo Hdrà. Bisogna "accompagnare" la pubblica amministrazione nel processo di apprendimento, altrimenti il passato insegna che si rischia un rallentamento degli appalti.

"Il rilancio degli investimenti pubblici è fondamentale per il Paese. Bisogna procedere sapendo che senza questa leva il Paese farà fatica ad uscire da una situazione che è ancora di sofferenza. Per riuscire a raggiungere questo obiettivo è opportuno fare tesoro dell'esperienza passata. Ogni volta che c'è una forte discontinuità nel quadro normativo - ha detto Basso - si produce un forte rallentamento. Le strutture devono imparare a capire e a conoscere come funziona il nuovo quadro".

"Forse è più opportuno, invece, trattare lezione da quello che è avvenuto in questi mesi e in questi anni, dopo l'introduzione del nuovo codice degli appalti e dei correttivi, e procedere con piccoli miglioramenti - ha detto il presidente di Consip - in modo da accompagnare le amministrazioni in questo processo di apprendimento, che peraltro comincia ad arrivare a regime. Perché anche i dati presentati dal presidente dell'Anac, Raffaele Cantone, ci raccontano che nel 2017 il numero di gare lanciate, avviate e aggiudicate comincia a crescere sensibilmente".