Roma (TMNews) - No alla Legge di Stabilità, sì a rifoma fiscale e lotta agli sprechi: è la posizione del sindacato autonomo Cisal (1,4 milioni di iscritti nel settore pubblco e privato) illustrata in un gazebo in piazza della Repubblica a Roma. "Diciamo no alla Legge di Stabilità - afferma il segretario generale Cisal Francesco Cavallaro - perchè non porta sviluppo e uccide anche la speranza. Chiediamo invece al governo una riforma del fisco e una vera lotta agli sprechi che non si è mai fatta nonostante gli annunci, più una seria lotta all'evasione fiscale basata sul conflitto tra chi vende e chi acquista beni e servizi. Su queste basi si potrebbe aprire un tavolo di confronto tra governo e parti sociali per affrontare i risolvere i problemi dei giovani, dei disoccupati e del pubblico impiego, senza continuare a tassare i soliti noti"