Roma, (askanews) - "In questo momento particolare della vita economica e sociale del nostro Paese dove il mercato immobiliare è estremamente basso e che non si intravede nell'immediato futuro la possibilità di una ripresa, ci sembra assurdo pensare a delle dismissioni così ampie. È chiaro che c'è un problema che dobbiamo affrontare con grande responsabilità e serietà. Per questo abbiamo mandato una comunicazione al Ministero dell'Economia e delle Finanza che per quanto riguarda il patrimonio immobiliare delle casse c'è bisogno di tempo per raggiungere già il 30% e dopo vedere come costruire un altro percorso, allungando i tempi, per raggiungere il 20%. Io credo che questa posizione verrà assunta dal Mef e quindi le casse professionali possono essere tranquille che non ci sarà una dismissione in massa del patrimonio immobiliare perchè il patrimonio serve a garantire le pensioni agli iscritti. Per questo sono convinto che il Mef terrà conto di questa posizione". E' questa la posizione espressa da Lello Di Gioia, presidente delal Commission e Parlamentare di controllo Enti di previdenza e assistenza sociale, a margine della tavola rotonda promossa dalla Cassa Nazionale di Previdenza dei Ragionieri sugli investimenti immobiliari delle Casse professionali.