Roma, (askanews) - La Cassa di previdenza dei Ragionieri è disponibile a dialogare con il governo ma purchè si rispettino i tempi e le modalità per salvaguardare le pensioni degli iscritti. Ad affermarlo è il presidente della Cassa Nazionale di Previdenza dei Ragionieri, Luigi Pagliuca, in occasione della tavola rotonda organizzata a Roma sugli investimenti immobiliare delle Casse professionali: "Il Mef ci ha chiesto di dismettere il nostro patrimonio immobiliare. Negli anni ci è stata fatta la richiesta opposta, ovvero investire nel mercato immobiliare. Adesso in un arco di 5 anni ci chiedono di dismettere gran parte del nostro patrimonio e ci viene chiesto in un periodo in cui il mercato immobiliare non è assolutamente redditizio. Quindi non ci viene chiesto di vendere ma di svendere. Tutti i danni che dovessero essere provocati da questa dismissione forzata non si traducono che in un abbassamento delle pensioni per i miei colleghi. Di fatto ci viene chiesto di non pagare parte delle pensioni ai nostri colleghi"."Siamo disponibili a parlare con il governo e trovare insieme una strada che consenta al governo di raggiungere i propri obiettivi senza però che costi ai nostri colleghi percentuali di pensioni nel loro futuro", ha concluso Pagliuca.