Milano (askanews) - Partecipazione e sostenibilità: i primi obiettivi che la Fondazione Triulza si era prefissa nel progetto di portare il mondo della società civile all'Esposzione Universale di Milano sono stati raggiunti. Chiara Pennasi, direttore Padiglione Società Civile."Siamo contenti di affrontare l'avvio di Expo, il primo maggio, con già un lavoro che ci ha permesso di mantenere la concretezza e la coerenza con quello che avevamo come obiettivo. La partecipazione è data da 588 eventi in calendario, ed è un numero destinato a crescere. La sostenibilità lo dicono i numeri, che ha approvato il cda, che permettono di sostenere i costi, che sono i costi delle persone che li lavoreranno, dei servizi, dell'allestimento, e che saranno coperti dalle imprese che hanno creduto in noi e dalle tante organizzazioni del Terzo Settore che da noi fanno eventi, e dai produttori presenti nel nostro mercato".E i numeri parlano di un budget già in pareggio con spese per 3 milioni e 384 mila euro; già coperte con 3 milioni e 481 mila euro derivanti: per 1 milione e 70mila dagli espositori, per 1 milione e 309mila dagli sponsor, 850 mila euro arrivano dai partecipanti al mercato e 252 mila euro da fonti diverse. Davvero un buon risultato.