Roma, (TMNews) - La Cgil si confronterà con i gruppi parlamentari provando a chiedere delle modifiche al decreto su lavoro e, in particolare, sulla nuova normativa relativa ai contratti a termine. Solo successivamente deciderà sul da farsi, eventualmente anche con una iniziativa di protesta. Lo ha sottolineato il segretario generale Susanna Camusso.