Milano (TMNews) - Si sperava nel rimbalzo, dopo aver bruciato nella giornata di mercoledì ben 260 miliardi, ma i mercati europei hanno vissuto un'altra giornata di sofferenza e passione. Dopo un avvio in timida ripresa, gli indici delle Borse europeee sono tornati a crollare, aggiungendo nuove perdite a quelle, già pesantissime del giorno precedente. A pesare sugli umori degli investitori, che in molti casi hanno reagito con quello che gli operatori definiscono letteralmente "panico", i timori per una crisi che non accenna a finire e il conseguente rischio di stagnazione globale.In Italia il crollo della Borsa ha innescato, come era prevedibile, una forte ripresa dello Spread tra i Bund tedeschi e i nostri Btp.