New York, 23 dic. (askanews) - Pil degli Stati Uniti rivisto al rialzo nel terzo trimestre 2014 con un aumento del 5%, rispetto al 3,9% della precedente stima, secondo quanto emerge dalla revisione finale del dato diffuso dal dipartimento al Commercio americano. E' la crescita più alta per il terzo trimestre in undici anni, dal 2003 quindi, sostenuta dal buon livello di spese per consumi e investimenti aziendali. Un dato nettamente migliore delle previsioni degli analisti, che attendevano un aumento del 4,3%.Nel secondo trimestre il prodotto interno americano era cresciuto del 4,6%, dopo la contrazione del 2,1% del primo trimestre. La revisione al rialzo sottolinea che l'economia americana poggia su fondamenta solide, nonostante le incertezze della congiuntura globale. E questo sembra confermare le previsioni degli analisti secondo cui l'economia manterrà lo slancio necessario per chiudere il 2014 in rialzo superiore al 2%.L'economia americana aumenta ora a passo veloce grazie a una crescita più rapida del previsto dei consumi e degli investimenti aziendali, bilanciando le preoccupazioni sul possibile impatto negativo del rallentamento internazionale e sulla revisione al ribasso dei dati sulle esportazioni.Per la Casa Bianca questo testimonia che "i passi fatti per sostenere l'economia e costruire nuove fondamenta hanno contribuito a rendere già il 2014 il migliore anno in termini di creazione di posti di lavoro dagli anni Novanta".(immagini Afp)