Francoforte, (TMNews) - La ripresa economica nella Zona euro continua ma è più debole delle attese, nei primi tre mesi il Pil è cresciuto dello 0,2%, e secondo le previsioni ci sarà una crescita moderata anche nel secondo trimestre dell'anno. Lo dice la Banca Centrale europea nel bollettino mensile: dal mercato del lavoro arrivano segnali di miglioramento, il tasso di disoccupazione è sceso all'11,7%, ma l'Eurotower avverte che il numero dei senza lavoro resta alto.Ad una settimana dalla decisione di abbassare i tassi di interesse e varare misure straordinarie per aumentare le liquidità, la Banca centrale precisa che il rischio di deflazione nell'Eurozona "sembra remoto" ma che è pronta "a ricorrere a strumenti non convenzionali qualora si rendesse ancora necessario affrontare rischi connessi con un periodo di bassa inflazione eccessivamente prolungato".Per quanto riguarda l'Italia, l'istituzione apprezza la "correzione sostenibile" del deficit eccessivo adottata dal nostro Paese, che però deve "accrescere gli sforzi di risanamento dei conti pubblici per assicurare sufficienti progressi verso gli obiettivi di medio termine e l'osservanza del parametro per il debito".