Roma, (askanews) - "Hanno tentato di scrivere una pagina brutta di lesione democratica della Costituzione impedendo ai ferrovieri di partecipare allo sciopero. Abbiamo dovuto fare appello per evitare che succedesse" ha detto il segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, in piazza a Roma per lo sciopero generale, attaccando il garante degli scioperi, Roberto Alesse, per la vicenda della precettazione dei ferrovieri e la revoca avvenuta dopo un incontro tra i leader di Cgil e Uil e il ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi."Il garante ora ha minacciato di sanzionarci. Lui che aveva detto che quando abbiamo deciso di revocare i protocolli d'intesa della 146 ci ha detto: questi vogliono fare gli scioperi selvaggi. Il selvaggio è stato lui che non ha applicato nemmeno la 146. In questo ha fatto bene Renzi che anche dalla Turchia ha detto che non si possono precettare i lavoratori perché lo sciopero è un diritto inalienabile" ha proseguito.