Rho (askanews) Vino andato a male che si trasforma in perle, di aceto balsamico. Sale in grani che diventa liquido. All'acetificio Mengazzoli di Levata, nel Mantovano, la tradizione familiare accumulata negli anni parla il linguaggio dell'innovazione."L'azienda è un'azienda familiare. Nel 1962 mio padre ha rilevato l'acetificio e come realtà vantiamo almeno a dati certi più di 80 anni di attività". Elda Mengazzoli è, insieme al fratello Cesare, la seconda generazione alla guida dell'azienda mantovana che si è presentata al Waterstone, il padiglione di Intesa Sanpaolo dove selezionate realtà del made in Italy si raccontano:"Siamo stati selezionati da Banca Intesa attraverso un bando e lavoriamo con Intesa veramente da moltissimi anni".Nella Dna di questa azienda che lavora un prodotto antico come l'aceto c'è grande attenzione per i mercati esteri "Siamo un'azienda che ha cominciato a portare i propri prodotti in Austria e Germania negli anni 70, allora era vera esportazione. Da quelle prime esperienze poi siamo usciti dall'Europa e siamo andati in Canada e Giappone".E proprio dall'estero arrivano i maggiori stimoli all'innovazione: "Tutta questa innovazione parte per seguire le richieste e gli usi di Paesi stranieri".Tra i fiori all'occhiello, già oggetto di premi internazionali, il sale liquido, sodio in versione spray che rivoluziona una delle abitudini più consolidate, come quella di salare l'insalata: "L'idea nasce per la cura della persona perchè noi usiamo molto sale nella nostra cucina e questo non fa particolarmente bene. Di qui l'idea di dosare il sale liquido per dare sapidità al piatto in modo adeguato".