Londra, (TMNews) - Un taglio di oltre mille posti di lavoro nei cantieri navali britannici. Licenziamenti di massa in vista a BAE Systems: il colosso nel campo della difesa e della sicurezza si appresta a chiudere l'attività negli storici cantieri navali di Portsmouth e a ridurla a Glasgow: un annuncio atteso secondo la Bbc, che ha anticipato la notizia, dopo la conclusione dei lavori per la marina britannica, la Royal Navy, che ha commissionato la costruzione di due portaerei, la cui entrata in servizio è prevista per il 2020. Negli stabilimenti di Govan e Scotstoun a Glasgow lavorano 3.200 persone mentre a Portsmouth 1.200. Una portavoce della compagnia si è limitata a dire che "lavoriamo con il ministero della Difesa per esplorare tutte le opzioni possibili per sostenere al meglio la capacità di costruire navi da guerra in futuro". Su BAE Systems pesano i tagli alle spese militari decisi dal governo e il fallimento della mega fusione con il gigante dell'aviazione europea Eads, produttore degli Airbus.(immagini Afp)