Le aziende "da sole non ce la possono fare a rimettere in piedi l'Italia". Per questa ragione "è tempo di scrivere un nuovo patto tra Stato e cittadini, tra economia e politica" per dare vita a "una terza Repubblica basata sull'impresa e i suoi valori": fiducia, rispetto delle regole, merito, solidarietà e passione. Lo ha detto il presidente della Piccola industria di Confindustria, Alberto Baban, nella relazione introduttiva al convegno biennale dell'associazione a Venezia dal titolo "Il Rinascimento è l'impresa".Secondo Baban serve un patto che "riconosca finalmente la centralità della cultura imprenditoriale, trasformandola in un valore sociale condiviso, perché anche nelle decisioni più minute del nostro vivere quotidiano c'è sempre un pizzico di spirito e di capacità imprenditoriale".Il presidente della Piccola industria ha aggiunto che "è possibile pensare a un nuovo Rinascimento grazie agli imprenditori che hanno creduto nell'Italia e che ci credono ancora".