Milano, (TMNews) - Nuovo crollo a maggio delle vendite di auto in Europa, con il mercato che torna indietro di vent'anni. In base ai dati diffusi da Acea infatti le immatricolazioni sono diminuite del 5,9% con circa un milione di auto vendute, il livello più basso dal 1993. Un flessione che annulla il leggero rimbalzo, pari a un +1,7%, fatto segnare ad aprile e imputabile, spiegano gli analisti, a un confronto con un dato particolarmente negativo di aprile 2012 e con le vacanze Pasquali a marzo che hanno spinto a posticipare gli acquisti al mese successivo. Pesante anche il dato sui cinque mesi, che ha registrato una flessione del 6,8%.A preoccupare il calo del 10,4% della Germania che aveva fino ad oggi aveva resistito meglio di altri paesi alla crisi del settore auto. Confermano il loro trend negativo la Spagna con -2,6% e l'Italia con -9,9% mentre il marchio Fiat ha perso l'11% di immatricolazioni con la quota di mercato scesa dal 7,2% di maggio 2012 al 6,8%.(Immagini Afp)