Roma, (askanews) - Ricaricare l'auto elettrica nel tempo di un caffè anche su autostrade e grandi arterie. E arrivare così a poter fare anche lunghi viaggi senza inquinare e tagliando del 90% la spesa per il carburante.E' l'obiettivo delle nuove colonnine di ricarica rapida dell'Enel. Il primo esemplare è stato inaugurato nella stazione di servizio Eni di Pomezia, sulla via Pontina nei pressi della capitale.A tagliare il nastro insieme all'amministratore delegato di Enel, Francesco Starace, al responsabile delle attività downstream di Eni, Salvatore Sardo, e al sindaco di Pomezia, Fabio Fucci, è stato il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi: Da tanti anni si parla della mobilità elettrica come di un modo diverso di muoversi nelle grandi città ma non solo anche nelle autostrade, oggi siamo arrivati al punto in cui l Italia può vincere una sfida finalmente arrivando per prima e non per ultima.La collaborazione tra Eni ed Enel porterà la sperimentazione delle nuove colonnine in altri 40 distributori del cane a Sei Zampe sulle grandi arterie italiane, come spiega l'ad di Enel Starace:"Questa colonnina è frutto di una cooperazione tra Eni ed Enel spingeremo questa cooperazione su tutte le autostrade italiane e su tutte le aree metropolitane, partendo da questi due grandi poli che sono le direttrici dell utilizzo delle macchine in Italia, poi porteremo le colonnine in tutto il territorio nazionale. L Italia ha la possibilità di diventare un paese all avanguardia nella diffusione di metodi di ricarica per le auto elettriche e di conseguenza di diventare un grande mercato per l auto elettrica e portarsi in questo all'avanguardia in Europa".