Cernobbio (askanews) - "C è un grosso impegno da parte nostra sia di diventare punto di accesso a una mobilità integrata, sia di subentrare a quelle parti del sistema che non siano oggi efficienti. Se c è una gestione efficiente che si integra con noi, che sia un bike sharing o un taxi, bene, facciano loro quel mestiere, basta che ci integriamo. Purtroppo oggi nel settore trasporto pubblico locale - il caso di Atac è il più clamoroso per dimensioni - abbiamo gestioni estrememante inefficienti, per cui abbiamo dato la nostra disponibilità ad occuparcene direttamente. Nel caso di Roma contatti con la nuova giunta non ce n è stato nessuno. Non ci siamo mossi noi, ma mi sembra logico, dovrebbero essere loro se hanno problemi a muoversi. Abbiamo letto delle dimissioni dell amministratore delegato e del direttore, vediamo adesso cosa faranno. Però l'Italia è grande e il nostro progetto non prevede specificatamente di occuparci di una questione o di un altra". Lo ha detto l amministratore delegato di ferrovie dello Stato Renato Mazzoncini nell ambito di una conferenza al Forum Ambrosetti a Cernobbio.