Si chiama "Makr Shakr", primo avventore Giuseppe Sala