Lo scrive il Financial Times, pratiche anti concorrenziali