Milano (TMNews) - E' un mercato in ripresa quello descritto dal direttore generale di Axa Assicurazioni, Maurizio Cappiello, che in occasione della presentazione al mercato del Rapporto Ania 2012-2013 ha salutato con favore le previsioni per l'anno in corso."Sicuramente dal punto di vista di risultato tecnico è una buona previsione quella per il 2013 perchè tutto il mercato sta vivendo momenti di profittabilità dopo gli anni bui che abbiamo avuto, soprattutto per quanto riguarda il mercato dell'auto. Quindi, compagnie che stanno rimettendo in sesto i propri conti ed è una buona notizia per il settore".Alla luce della propria esperienza in un grande gruppo internazionale come Axa, presente in diversi Paesi, Cappiello condivide inoltre l'istanza espressa dal settore di poter dare coperture ai rischi catastrofali."Anche qui in Italia sono ormai più di dieci che stiamo cercando di aprire una discussione che possa sensibilizzare un pò tutta l'opinione pubblica alla necessità di avere una copertura su questo tipo rischio, soprattutto in un Paese dove purtroppo, fra terremoti e altri tipi di catastrofi, siamo molto molto esposti.Penso che occorrerà trovare un sistema pubblico-privato che possa garantire agli italiani di avere un'adeguata copertura in casi di eventi che possano mettere a rischio quello che è anche il propio impegno economico che è stato investito in abitazioni etc etc. Quindi ritengo che debba trovarsi una forma e una formula tra pubblico e privato ma che possa essere vista non come una tassa, rendendola obbligatoria a tutti, in modo da mutualizzare e spalmare sempre di più i premi assicurativi per far fronte alle esigenze degli italiani nel momento del bisogno".