Milano,(TMNews) - Ancora in calo i consumi delle famiglieitaliane. L'indicatore dei Consumi Confcommercio (Icc) haregistrato, a marzo, una diminuzione del 2,1% in terminitendenziali ed una flessione dello 0,1% rispetto a febbraio.Confcommercio parla di un "dato peggiore del previsto: la fiduciac'è, i consumi ancora no"."Al di là degli effetti derivanti dalla diversa tempistica in cuisono cadute le festività pasquali - ha rilevato l'associazione -emerge una situazione dei consumi ancora molto incerta, in lineacon una dinamica dell'economia italiana che, seppure non più inrecessione, stenta ad avviarsi in una fase di solida ripresa".Nel dettaglio, la dinamica tendenzialedi marzo "riflette una diminuzione del 2,3% delladomanda relativa ai servizi e dell'1,6% della spesa per i beni".