Roma, (askanews) - La missione di Governo e imprese al Cairo "fa seguito a una serie di contatti politici ad altissimo livello che si sono susseguiti, a partire dalla visita lo scorso anno del presidente Renzi, primo e unico leader europeo a venire in Egitto dopo il cambiamento del 30 giugno 2013". Lo dice l'ambasciatore italiano al Cairo, Maurizio Massari, secondo cui la missione di sistema istituzioni, imprese e banche "è la dimostrazione che per noi l'Egitto non è solo, come certamente lo è, un pilastro della stabilità regionale, ma anche un'opportunità economica e di investimento".L'ambasciatore ritiene che il processo di stabilizzazione del Paese avviato dal presidente al-Sisi "possa portare anche a maggiori occasioni di investimento e di business per le nostre imprese"."Questa missione fa seguito a tutta una serie di contatti politici di altissimo livello, intensissimi, che si sono susseguiti a partire dall'anno scorso, dalla visita del presidente Renzi qui, primo ed unico leader europeo a venire in Egitto dopo il cambiamento del 30 giugno 2013. Questa missione è la dimostrazione che l'Egitto non è soltanto per noi un pilastro della stabilità regionale, della sicurezza regionale, ma è anche una opportunità economica, di investimento. E crediamo che questo processo di stabilizzazione avviato con al Road Map possa portare maggiori occasioni di investimento, di business, per le nostre imprese".da 0' 35" (Questa missione fa seguito...)a 1' 19" (... per le nostre imprese)