Roma (TMNews) - Il prezzo mondiale del grano è schizzatodi quasi il 25 per cento per effetto delle tensioni in Ucrainadall inizio del mese di febbraio. E quanto emerge da una analisi della Coldiretti dallaquale si evidenzia che l Ucraina è considerata il granaiod Europa e si classifica tra i paesi leader nelle esportazioni alivello internazionale.Gli effetti delle tensioni internazionali si sono sentiti anche sul mercato delle materieprime agricole per la produzione di pane, birra ed anche mangimiper l allevamento. A preoccupare è la situazione sul Mar Nero pergli effetti che potrebbe avere sulle spedizioni navali a brevetermine, ma nel lungo periodo le attuali tensioni rischiano difar saltare la creazione delComitato cerealicolo del Mar Nero. Garantire la stabilità dei prezzi in unmercato a domanda rigida come quello alimentare è un obiettivo diinteresse pubblico che - sottolinea la Coldiretti - va sostenutocon l introduzione di interventi di mercato innovativi a livellocomunitario, ma anche con investimenti a livello nazionale persostenere le strutture impegnate a stabilizzare il mercato.