Rho (askanews) - Un accordo di collaborazione triennale per potenziare l'offerta turistica e promuovere la qualità delle imprese italiane. E' questo il senso dell'intesa tra Alitalia e Costa Crociere che è stata presentata in Expo nel padiglione di Alitalia-Etihad. Ariodante Valeri, Chief commercial officier della compagnia aerea."Sostanzialmente - ci ha spiegato - le due compagnie fanno sinergia per offrire un miglior servizio ai nostri passeggeri che sono per lo più turisti che vengono dall'estero, per misurarsi con le bellezze del nostro sistema Paese. E quindi tutti e due trarremo vantaggio offrendo servizi sempre più all'altezza ai nostri clienti".L'accordo prevede che Alitalia metterà a disposizione dei crocieristi Costa circa 100mila posti sino alla fine del 2018 su voli di linea e charter operati da Alitalia. Con l'obiettivo di dare ulteriore spinta al turismo, come precisa anche Neil Palomba, direttore generale di Costa Crociere."Il turismo - ha detto - è un motore importante per l'economia e noi puntiamo a trasportarlo, a spingerò e insieme ad Alitalia siamo sicuri che abbiamo scelto il partner giusto per dare il nostro contributo all'economia italiana. Così come facciamo da tanti anni. Puntiamo sull'Italia, sull'eccellenza italiana, infatti abbiamo scelto tutti i partner che forniscono prodotti e servizi alle nostre navi sono italiani".All'evento in Expo il presidente di Alitalia Luca Cordero di Montezemolo non ha potuto essere presente, ma ha comunque inviato un video messaggio, nel quale ha sottolineato la mancanza di una seria politica per il turismo. "Diciamocelo chiaramente - ha detto Montezemolo - l'Italia è un Paese che vive di industria e vive di turismo, e ahimé tutto questo non viene fatto come noi auspicheremmo e come sarebbe importante, perché Costa porta l'Italia nel mondo e Alitalia fa altrettanto".