Milano (askanews) - Mettere in rete le esperienze nazionali nel campo della sostenibilità e responsabilità sociale d'impresa per interloquire con le istituzioni europee sulle principali tematiche della CSR. E' la motivazione che ha spinto le principali organizzazioni europee dei professionisti della Responsabilità Sociale d'Impresa a dar vita al European Network of Corporate Responsibility and Sustainability Professionals.

Promossa da CSR Manager Network, l'associazione che in Italia, da dieci anni, riunisce oltre un centinaio di professionisti che si dedicano a strategie e progetti socio-ambientali e di sostenibilità, ad oggi alla piattaforma hanno aderito quattro paesi: Francia con il Collège des Directeurs du Développement Durable (C3D), Germania con Verband f r Nachhaltigkeits- und Umweltmanagement (VNU) Spagna con l'Asociaci n Espa ola de Directivos de RS (DIRSE) e Gran Bretagna con l' Institute of Corporate Responsibility and Sustainability (ICRS).

Fulvio Rossi, CSR manager di Terna e presidente di CSR Manager Network:

"L'obiettivo è quello di estendere su scala europea quello abbiamo fatto in questi anni, ovvero confrontare tra noi le migliori esperienze, cogliere le migliori opportunità, e soprattutto confrontarci con una dimensione normativa che ormai è sempre più su scala europea".

Sono sempre più numerosi le iniziative e gli interventi normativi che giungono dagli organismi europei e difronte ai quali i professionisti della CSR nelle singole nazioni hanno necessità di fare rete tra loro in chiave sovranazionale per evitare disfuzioni e diseconomie sui progetti e imprese.

"Queste tematiche sono in crescita a e noi vogliamo essere presenti nel dibattito che interessa le istituzioni a tutti i livelli. Pensiamo agli scenari della COP21, o alle iniziative europee in campo dell'economia circolare. Mettersi insieme vuol dire aver la capacità di trasferire da un paese all'altro approcci che nascono situazioni che nascono apparentemente da situazioni che hanno un comun denominatore che è l'Europa, ma che poi hanno in realtà in ciascun Paese una applicazione anche normativa molto diversa, quindi delle risposte potenziamente diverse che è interessante confrontare tra noi".

Il primo incontro operativo dell'European Network of Corporate Responsibility and Sustainability Professionals si è svolto a Milano nell'ambito della quarta edizione del Salone della CSR e dell'Innovazione Sociale, in Bocconi. E' stato messo a punto un programma di attività che verrà sottoscritto in una lettera di intenti entro la fine del 2016 e finalizzato a interloquire fin da subito a livello europeo su di una serie di importanti temi, vere e proprie priorità.

"C'è un primo appuntamento ineludibile che è il recepimento da parte dei vari paesi europei della direttiva sulla rendicontazione non finanziaria. E poi pensiamo che un buon inizio di questo network sia mettere in comune le iniziativa di ricerca. Noi sappiamo che gli argomenti basati su evidenze quantitative riescono ad essere più penetranti, quindi ci poniamo anche questo obiettivo. E poi anche il tema di come questi argomenti siano trattati all'interno nei cda delle imprese, quindi un tema di governance credo sia un argomento molto interessante su cui lavorare."