Milano, 20 ott. (askanews) - La 40esima edizione di Host, la manifestazione di Fiera Milano dedicata alll'ospitalità e alla ristorazione, si apre nel segno dei grandi numeri: crescono le aziende partecipanti +7,7% da 52 Paesi, 843 espositori dall'estero, il 13,4% in più rispetto alla scorsa edizione, 1.500 hosted buyer da tutti i Continenti. Una vetrina e un'occasione di business per le aziende che negli anni è cresciuta molto anche al fuori dei confini nazionali: in dieci anni le aziende straniere presenti sono aumentate del 150%. Fabrizio Curci, amministratore delegato Fiera Milano:"Per noi è una edizione record la numerosità di aziende e buyers è notevole. C'è una significativa presenza di rappresentanti esteri, siamo al 40%. Si può dare una lettura in partenza positiva poi i conti li faremo alla fine ma dalla presenza di aziende e di persone fin dalla apertura è un buon segno"

Quello che i numeri non raccontano è la vivacità che si respira camminando per i padiglioni della fiera, parlando con gli espositori, osservando la folla di visitatori che fin dal primo giorno ha animato il polo fieristico. Nei 20 padiglioni sparsi su 345mila metri quadri al coperto, sono rappresentati tutti i settori merceologici dell'ho.re.ca, dai produttori di macchine da caffè alle apparecchiature per panetterie e pasticcerie alle aziende per l'arredo e la tavola. Abbiamo incontrato alcuni di questi espositori, come la spagnola Zumex che fa estrattori di succhi per bar, caffetterie e ristoranti, la padovana Diemme, torrefattori per la ristorazione da 90 anni, Electrolux, un ritorno a Host per presentare le proprie novità, e Kartell, al suo debutto in questa fiera. Cristian Paparano, area manager per l'Italia di Zumex: "Noi siamo degli habituè di Host, per noi è una fiera che è sempre stata molto importante per noi per il fatto di essere una fiera internazionale e noi siamo molto attenti alle vendite all'estero visto che esportiamo il 90% della nostra produzione in 100 Paesi al mondi''. Stefano Martin, export manager Diemme Caffè:"Noi cerchiamo buyer che amiamo chiamare partner per fare progetti di business insieme attraverso questo tipo di profilo. Quello che questa fiera ci può dare è legato alla specificità di questo evento".

Mario Lobbia, direttore generale Electrolux Professional Spa: "Siamo qua con uno stand diverso dal passato, non più semplice esposizione ma cerchiamo di comunicare Electrolux come azienda innovativa vicina al cliente che cerca di fargli capire l'innovazione e non è una cosa facile".

Lorenza Luti, marketing director Kartell: "Negli ultimi anni abbiamo dedicato tanti prodotti al contract ai ristoranti e alberghi e ci sembrava interessante partecipare per la prima volta a Host con la nostra collezione e la nostra presenza. Host è una fiera internazionale, il 75% del nostro fatturato è all'estero. E' sicuramente un canale che verrà aperto a livello internazionale"

E chissà che Host, che oggi rappresenta un settore chiave per l'economia del nostro Paese, dalle prossime edizioni non si apra anche alla città di Milano. Fabrizio Curci, amministratore delegato Fiera Milano: "Se la manifestazione continuerà a crescere credo sia uno stimolo naturale a manifestarsi anche al di fuori del quartiere fieristico, ma gli italiani non hanno bisogno di grandi suggerimenti in questo"