Tolosa, (TMNews) - Un taglio di 5.800 posti di lavoro su un totale di 144mila sino al 2016. È operativo dal primo gennaio il piano del colosso europeo Eads che prevede il riassetto del gruppo da quattro a tre divisioni, commerciale, elicotteri, spazio e difesa, e il cambio del nome in Airbus Group. Contro i licenziamenti si battono i sindacati, che hanno incontrato i vertici della società per discutere i dettagli del piano."Si tratta di 5.800 posti con dettagli abbastanza precisi: sul sito Astrium a Tolosa sono 400 i lavoratori coinvolti, più quelli impiegati nelle funzioni di supporto. Ci hanno dato molte informazioni ma nessuna giustificazione o spiegazione su come si potrà lavorare e produrre dopo la soppressione dei posti" spiega Michel Molesin del sindacato francese Cfe-Cgc."Conoscendo i piani e i risultati finanziari del gruppo faremo sicuramente una ferma opposizione ai licenziamenti" aggiunge Francoise Vallin. I sindacati hanno convocato due gruppi di esperti per valutare il piano, i risultati sono attesi non prima di marzo. Le organizzazioni dei lavoratori sperano di evitare tra i 1.000 e i 1.450 licenziamenti a fronte di un aumento di competitività del gruppo. La nazione più coinvolta dalla manovra è la Germania con 2.438 posti di lavoro, circa 1.400 saranno soppressi in Francia, i restanti in Spagna, Gran Bretagna e nelle sedi internazionali del produttore aeronautico.(immagini Afp)