Atene (askanews) - I ministri delle Finanze dell'Eurozona hanno trovato un accordo su "misure progressive" di alleggerimento del debito della Grecia e per sbloccare quindi una nuova tranche da 10,3 miliardi di euro di prestito ad Atene.

"Siamo arrivati a un accordo. La fiducia reciproca dopo l'approvazione delle nuove misure da parte del governo ellenico ci ha consentito di aprire una nuova fase", ha annunciato con soddisfazione Jeroen Dijsselbloem, presidente dell'Eurogruppo, al termine di una riunione che si è protratta ad oltranza nella notte a Bruxelles.

Il responsabile della delegazione dell'Fmi in Grecia, Poul Thomsen, ha confermato la partecipazione del Fondo monetario internazionale al terzo piano di aiuti ad Atene: "L'Fmi parteciperà a questo programma a condizione che le misure

destinate all'alleggerimento del debito lo rendano sostenibile", ha spiegato Thomsen al termine del vertice dei ministri delle Finanze dell'EUrozona.

(Immagini afp)