Panama (TMNews) - Alla fine di quest'anno il Centro America avrà la sua prima metropolitana. L'annuncio arriva direttamente dal premier panamense Ricardo Martinelli che ha posto il tema della mobilità al centro del suo mandato presidenziale. A Panama City il traffico denso e caotico è uno dei più grandi problemi che cittadini e lavoratori si trovano ad affrontare quotidianamente. Di qui una serie di interventi infrastrutturali voluti dal governo, inclusa la metropolitana, che dal 2009, data di elezione di Martinelli, hanno impresso una accelerata alla crescita economica del Paese.Quella che verrà inaugurata a fine anno è solo la prima linea della metro: 13 fermate in tutto che consentiranno agli 880 mila abitanti della capitale panamense di attraversare la città da un capo all'altro in poco più di venti minuti. Alla realizzazione, costata 1,8 miliardi di dollari e che ha visto impiegati oltre 3mila operai ha lavorato un consorzio di tre aziende, la brasiliana Odebrecht, la spagnola Fomento de Construcciones y Contratas e la francese Alstom. Segno che la vivacità economica di questa lingua di terra è una ricca opportunità anche per i capitali stranieri.(Immagini Afp)