Sono giorni cruciali per il destino dei due principali istituti di credito veneti; i cui tentativi di salvataggio sono andati nella direzione di chiudere i contenziosi aperti ma con una drammatizzazione che non ha certo giovato alla raccolta, come spiega Paolo Zucca