Partono i contratti futures sulla criptovaluta che entra nel “salotto buono” della finanza globale