Wolfsburg (askanews) - Il "dieselgate" manda in rosso i conti della Volkswagen che archivia il terzo trimestre con una perdita netta di 1,67 miliardi a fronte di un risultato negativo per 3,4 miliardi di euro. Per il colosso tedesco dell'auto è la prima perdita trimestrale da 15 anni a questa parte, ma il peggio potrebbe ancora venire perchè ci si aspetta un 2015 nero dopo lo scandalo delle false emissioni e i costi legali legati ad esso.Volkswagen, che nel terzo trimestre ha già messo da parte 6,7 miliardi di euro di riserve per coprire i costi iniziali collegati allo scandalo, deve fare i conti anche con l'andamento negativo delle vendite diminuite del del 3,7%.Nel 2014 la casa automobilistica tedesca aveva venduto 10,14 milioni di vetture diventando leader mondiale, ma nei primi nove mesi del 2015 c'è stato il sorpasso di Toyota che è tornata leader mondiale (7,49 milioni di auto contro i 7,43 di Volkswagen).(Immagini afp)