Roma, (askanews) - Presenza massiccia, volitiva e compatta, dall'ente di promozione alle singole regioni, ai vettori aerei e agli operatori, quella della Turchia all'ultima Borsa Internazionale del Turismo, la Bit di Milano. Con un unico filo conduttore: il pronto rilancio su un mercato importante come quello italiano di una destinazione unica per bellezza, storia, posizione geografica e vicinanza all'Italia. A guidare il rilancio, in una fase geopoliticamente critica, c'è tutto l'ottimismo del viceministro del Turismo Huseyin Yayman:"La Turchia è un fenomeno del turismo mondiale, non offriamo solamente sole, mare e natura ma anche tanto cuore a chi ci viene a visitare. In questo momento c'è un terrorismo globale e per noi tutti i paesi democratici del mondo devono collaborare, tutti insieme, per superare questa crisi".Per il viceministro dunque Turchia sicura e pronta ad accogliere di nuovo i turisti italiani:"Come viceministro voglio rassicurare sulla sicurezza del paese, che non divide con l'Italia solo una vicinanza mediterranea ma anche i sentimenti".