Roma, 23 dic. (askanews) - Torna la voglia di spendere per il cenone della Vigilia e per il pranzo di Natale. Nel 2015 le famiglie italiane destineranno ai pasti della tradizione complessivamente 2,6 miliardi, con una crescita del 5,7% sul 2014, per una spesa media di 99 euro a famiglia.Nel Mezzogiorno e nelle Isole dove evidentemente la tradizione è più forte, la spesa a nucleo familiare ammonterà a 118 euro, mentre meno spenderanno le famiglie del Nord (83 euro in media).Il quadro emerge da un sondaggio Confesercenti-Swg, secondo cui inoltre sarà un Natale sempre meno 'con i tuoi': anche se la maggior parte degli italiani (l'82%) trascorrerà il 24 ed il 25 dicembre a casa o da parenti o amici, saranno il 10% coloro che taglieranno il panettone fuori dalle mura domestiche: il dato più alto dal 2008, primo anno della crisi. Ad assicurare i servizi essenziali ci sarà poi un 2% di italiani che passerà le feste di Natale lavorando. Mentre il 6%, il triplo dello scorso anno, ha scelto di non festeggiare.