Roma, (askanews) - Il Cobat, Consorzio Nazionale Raccolta e Riciclo, ha pubblicato il rapporto sulle attività del 2015, che fotografa i risultati ottenuti nella gestione dei rifiuti tecnologici. Il commento del presidente di Cobat, Giancarlo Morandi."Nel 2015 il rapporto Cobat ha testimoniato l'attività in tutti i campi in cui abbiamo deciso di agire: quello tradizionale degli accumulatori elettrici a quello, che ormai seguiamo per primo, dei pannelli fotovoltaici fino a tutto il mondo variegato delle apparecchiature elettriche ed elettroniche, i cosiddetti Raee. E devo dire che i numeri - ha sottolineato Morandi - ci danno la conferma che siamo il più grande consorzio in termini di volumi raccolti e avviati a riciclo, e d'altra parte questa è sempre stata la nostra storia, abbiamo fatto raggiungere all'Italia l'eccellenza nella raccolta delle batterie al piombo esauste e oggi, anche negli altri materiali, stiamo perseguendo l'eccellenza, sia dal punto di vista delle quantità che vengono raccolte, ma soprattutto sulla filiera necessaria per questa raccolta, che è una raccolta che rispetta l'ambiente sia nella parte logistica, sia soprattutto nella parte del riciclo di questi materiali".