Roma, (askanews) - "L'economia internazionale ora sta crescendo più o meno intorno al 3% in termini reali e prevediamo che questo continui nei prossimi anni".Lo ha dichiarato Paolo Mauro, senior fellow al Peterson Institute for International Economics di Washington, a cui è approdato dopo vent'anni al Fondo Monetario Internazionale."Si tratta di una crescita più bassa di quella a cui ci eravamo abituati prima della crisi iniziata nel 2008-2009 - ha proseguito - non è spettacolare, ma allo stesso tempo è una crescita che ci porta a raddoppiare il Pil mondiale in termini reali in 20 o 25 anni, quindi tutto sommato aiuta"."Per le maggiori economie avanzate le previsioni per l'anno prossimo non sono tanto diverse da quelle dell'anno in corso o dell'anno passato. Questo può essere interpretato come una visione pessimistica ma credo che si tratti di realismo: ci si è resi conto, dopo una serie di previsioni eccessivamente ottimiste, che il tasso potenziale di crescita dell'economia è sceso e quindi ne abbiamo preso atto".