Roma, (askanews) - Fino a qualche anno fa sembrava impossibile visto che era nato solo come negozio virtuale; adesso il gigante delle vendite di libri online Amazon, sul cui sito ormai si acquista un po' di tutto, ha cambiato strategia e ha inaugurato la sua prima libreria "in carne e ossa" a Seattle, la città in cui c'è il suo quartier generale.Ecco "Amazon Books", dove i lettori possono trovare circa 5.000 titoli, e naturalmente i best seller e i preferiti dagli utenti di Amazon.com. Una rivoluzione dopo 20 anni dalla nascita del gruppo, che potrebbe aprire la strada all'apertura di altre librerie negli Stati Uniti.Il gruppo fondato da Jeff Bezos ha già un punto a suo favore. Attraverso i comportamenti su Internet dei suoi utenti, Amazon può capire i gusti e le tendenze, i libri più acquistati e più recensiti, per poi riproporli nella libreriafisica. I prezzi naturalmente restano gli stessi del negozioonline.Ma cosa ne pensano i clienti?"Io sono un'acquirente che ha bisogno di toccare, vedere fisicamente, non mi piace tanto andare online e ordinare un libro. Credo che l'apertura di questo negozio sia un fatto positivo, potrebbe essere un modello per altri negozi virtuali"."Mi piace l'ironia di Amazon, un negozio virtuale che poi apre anche fisicamente e io posso decidere se comprare un libro o acquistarlo per il kindle. E' una vera esperienza globale, qui è rappresentata l'evoluzione dell'acquisto di libri e della lettura".Promosso a pieni voti, per ora, che sia solo la prima libreria di una lunga serie?