Roma, (askanews) - Si intitola #unpesopertutti: è la campagna stampa promossa da Philip Morris Italia, nella lotta al contrabbando di tabacco illegale. "Chi compra sigarette di contrabbando - si legge nella campagna - finanzia la criminalità organizzata". E poi l'appello rivolto ai consumatori: "Non scambiare un piccolo risparmio con un costo sociale molto più grande".Nel luglio 2014, Philip Morris Italia era scesa in campo per combattere il commercio illegale di tabacco, siglando un protocollo d'intesa con la Guardia di Finanza per la lotta alla contraffazione dei tabacchi lavorati e per la collaborazione in materia con la Commissione europea e gli Stati membri.Solo nel 2014 l'incidenza del contrabbando ha sottratto 770 milioni alle casse dello Stato. Nel 3° trimestre del 2015, a livello nazionale si stima che il fenomeno sia cresciuto dello 0,6% rispetto al trimestre precedente, con picchi a Napoli, Palermo e Milano.