Milano (askanews) - E' stato un lunedì da dimenticare per le borse mondiali. Trascinata dal crollo dei listini asiatici, l'Europa è andata a picco seguita da Wall Street che ha aperto con perdite record, mai così ingenti dai tempi della bancarotta di Lehman Brothers.Pesano i timori per l'economia cinese, con la borsa di Shangai che ha subito un vero e proprio tracollo -8,49%, trascinando con sè tutti i listini asiatici prima e gli europei poi.Dopo una mattinata e un pomeriggio difficili, in chiusura gli indici del Vecchio Continente hanno cercato di limitare i danni ma il risultato è stato comunque pesante: Milano ha perso il 5,96% , Parigi il 5,35%, Francoforte 4,7%, Londra il 4,67%, Madrid 5,06%.La situazione più grave ad Atene, che ha chiuso con un ribasso del 10,54%, ai minimi da tre anni.