Bruxelles (askanews) - Leggerissimi segni di miglioramento sul fronte economico dell'Eurozona. Eurostat, l'Ufficio di statistica dell'Unione europea, ha rivisto al rialzo i dati sul Pil nel primo semestre della zona euro. Ora segnala una crescita dello 0,4% sul secondo trimestre, a fronte del +0,3% precedentemente stimato.Il Pil è aumentato in tutti gli Stati membri per i quali sono disponibili i dati del secondo trimestre, a parte la Francia dove è rimasto stabile rispetto al +0,7 del primo, secondo quanto certifica Eurostat. La Germania, cosiddetto motore della zona euro, ha registrato una crescita dello 0,4% nel secondo trimestre a fronte di un +0,3% nel primo. Anche la Spagna se la cava: +1% da aprile a giugno, dopo il +0,9% registrato da gennaio a marzo mentre la crescita dell'Italia rallenta leggermente passando al +0,3% del secondo trimestre dal +0,4% del primo.(Immagini Afp)