Pechino (askanews) - La Cina registra una battuta d'arresto nel bilancio di luglio relativo ai dati sul commercio con l'estero. L'avanzo della bilancia commerciale è sceso del 10% su base annua a 263 miliardi di yuan, pari a 43,1 miliardi di dollari. Lo ha riferito l'ufficio doganale di Pechino.Le esportazioni sono scese dell'8,9% su base annua, mentre le importazioni sono cadute dell'8,6%. Secondo gli analisti, sarebbe stato il rafforzamento dello yuan a danneggiare le vendite all'estero del paese.(Immagini Afp)