Roma, (askanews) - Crescita "più debole del previsto" perl'economia italiana. Quest'anno il Pil registrerà un incrementodell'1%, mentre nel 2017 salirà dell'1,1%. E' questa laprevisione del Fondo Monetario Internazionale che si mostra piùpessimista rispetto al governo italiano.Le stime dell'esecutivo Renzi, contenute nel Documento dieconomia e finanza, indicano, infatti, un Pil in aumentodell'1,2% nel 2016 e dell'1,4% nel 2017. Notizie più positive,invece, sul fronte del mercato del lavoro. Secondo il Fondo, ladisoccupazione, in Italia, continuerà a scendere passandodall'11,4% di quest'anno al 10,9% del prossimo.Il caso italiano non è comunque isolato nella zona euro. AncheFrancia e Germania cresceranno ad un ritmo modesto. Unicaeccezione la Spagna, che secondo gli economisti di Washingtonregistrerà una crescita del 2,6% nel 2016 e del 2,3% nel 2017.A livello di economia globale le cose non vanno meglio. Il Fondoha nuovamente tagliato le stime di crescita e ha avvertito: ilrischio è quello "di cadere in una stagnazione diffusa e di lungoperiodo".