Roma (askanews) - La legge di stabilità favorirà gli investimenti delle imprese e le banche sono pronte a offrire più credito per rafforzare la crescita. Lo sostiene il presidente dell'Abi, Antonio Patuelli, secondo cui le norme del ddl "che incoraggiano gli investimenti possono produrre una forte richiesta di denaro da parte delle imprese. Perchè oggi il problema principale non è più quello delle banche che stanno attente: il problema principale è la prudenza delle imprese a investire". Il ddl approvato dal governo, ha sottolineato Patuelli in un'intervista ad Askanews, "è costruttivo per la ripresa sia in termini operativi sia in termini psicologici: è una manovra per la crescita. La misura che mi sembra più utile è quella rivolta a tutte le imprese che incentiva fiscalmente i nuovi investimenti: è un elemento di incoraggiamento, per le imprese di ogni genere e natura, a pensare e lavorare per la ripresa. E le banche non aspettano altro".