Milano, (askanews) - Dieci concerti all'Arena di Verona per ripercorrere i momenti più significativi di una carriera da oltre 60 milioni di dischi venduti nel mondo, tra cui il capolavoro "Oro incenso e birra", e per presentare il nuovo album, in uscita a maggio 2016. Zucchero sceglie Verona per tornare a suonare: appuntamento il dal 16 al 28 settembre per gli unici live in Italia del prossimo anno. "Sicuramente canterò le canzoni dell'ultimo album che uscirà e insieme quelle che tutti conoscono, ma vorrei anche fare quelle che mi segnalano attraverso i social e che non faccio da tanto tempo" dice Zucchero.Ci sarà uno spettacolo diverso ogni sera, con la partecipazione di un ospite speciale per ogni appuntamento, e omaggi a colleghi come Pavarotti, Amy Winehouse e Pino Daniele. "Alcuni saranno anche nel disco, altri sono amici storici con cui ho già collaborato, ma strada facendo verranno idee e contatti: preferirei che le cose non fossero studiate troppo in anticipo e a tavolino. Quasi preferirei che venissero tutti in treno, così sfatiamo il mito che gli artisti debbano sempre avere una corte: ci troviamo lì la sera prima del concerto e decidiamo insieme cosa fare, questa è la cosa più spontanea".Verona si trasforma nella città di Zucchero grazie anche ad iniziative collaterali: una retrospettiva di immagini e parole, le vie del centro animate dai musicisti di strada italiani che interpretano i suoi successi. Il 19 durante l'evento "TwitterArena" si esibiscono gli artisti emergenti che si sono distinti sul social. Il 26 spazio ai giovani artisti italiani e internazionali per un tributo speciale e Zucchero. "Sicuramente è un bilancio ma non una celebrazione, io non la sento così. Sono 10 date fatte in un posto che ritengo sia uno dei più belli al mondo per fare musica dove ogni sera succederà qualcosa. Ma celebrazione mi fa un po' paura".Per la band che sarà con lui sul palco Zucchero sta selezionando dei nuovi giovani musicisti di talento trovati per strada: due già scelti arrivano da Nashville e New Orleans.