Roma, 11 feb. (askanews) - Wim Wenders ha presentato fuori concorso alla Berlinale il suo nuovo film "Everything will be fine", un dramma fiabesco in 3D sul senso di colpa e il perdono."Il titolo è già un po' fiabesco: 'Ogni cosa andrà bene' e un po' come 'e vissero felici e contenti'. Ma il film fa uno sforzo per realizzare ciò e per mostrare un processo di guarigione - ha spiegato - Non è la morte il tema conduttore del film, al contrario. Per me l'argomento principale è come affrontarla e come guarire. Non ci sono abbastanza film che parlano della guarigione, la maggior parte parla delle ferite"Il film vede protagonista lo scrittore Tomas, alias l'attore americano James Franco, che uccide un bambino in un incidente d'auto in una notte d'inverno su una strada innevata del Canada. "Avevo l'impressione che sarebbe stato un film sullo stato interiore delle persone, che è uno dei motivi per cui Wim ha utilizzato il 3D come lui sa fare, per rivelare l'anima del personaggio in un modo nuovo", ha detto l'attore.Avvolto nella musica di Alexandre Desplat, "Every Thing Will Be Fine", vede nel cast anche l'attrice francese Charlotte Gainsbourg, che interpreta la madre del bambino morto: "Mi sono sentita una privilegiata quando mi ha chiesto di fare questo film. Sentivo che era commosso dal personaggio e mi ha dato una visione diversa da quella che avevo io. Mi ha portato in un altro posto".Il film è stato terminato poco prima del Festival, ha rivelato Wenders. A 69 anni, il regista tedesco autore di film cult come "Il cielo sopra Berlino" e "Paris Texas", riceverà sabato 14 febbraio, durante la serata delle premiazioni, un Orso d'oro alla carriera.(immagini Afp)