Londra (askanews) - Basta paparazzi, obiettivi lontani dai baby reali. William e Kate cercano di proteggere i loro rampolli dall'invadenza dei fotografi e cameramen. La casa Reale d'Inghilterra si è scagliata soprattutto contro i media internazionali, rei di aver scattato delle fotografie non autorizzate ai loro figli, al principino George in testa, che secondo Kensington Palace, sono vere e proprie forme di molestie.Con una lettera inviata ai principali media del mondo, i reali affermano che "è stato superato il limite" e che i modi utilizzati dai paparazzi mettono a "rischio reale la sicurezza".Anche la proverbiale flemma inglese viene messa a dura prova da tanti assalti. Per immortalare il piccolo Windsor, i paparazzi sono ricorsi a tutti i mezzi possibili seguendo e spiando la Duchessa di Cambridge, i movimenti del principino e della nanny nei parchi di Londra e piazzandosi nelle vicinanze delle residenze frequentate dai reali.Intanto in Italia sui social network impazza la parodia della presunta spocchia nobiliare di baby George, in questo caso niente paparazzi ma tanta ironia in romanesco perchè a volte basta una risata per ridimensionare i problemi.