Firenze, (askanews) - E' uno dei più occidentali tra gli artisti cinesi contemporanei: Stephen Peng, una vita trascorsa nel campo del design di moda, torna in Italia nella sua veste definitiva, quella di pittore ormai affermato a livello mondiale.La mostra "Life in color", allestita a Firenze, a Palazzo Capponi Canigiani, è un'esplosione di paesaggi, albe e tramonti dai colori molto accesi, al limite dell'espressionismo europeo.C'è anche una sezione che rimanda alla sua attività, negli anni Novanta, per firme come Levi's, Guess e soprattutto Benetton, che Peng apprezza particolarmente. "Mi piace molto il brand di Benetton, perché è pieno di colori e rispecchia i miei gusti e la mia vita. Cominciai a disegnare con loro, ci siamo trovati molto bene insieme, abbiamo lavorato molto bene e con successo", ha spiegato in un'intervista ad askanews.Stephen Peng dipinge dagli anni Settanta, ma soltanto dal 2011 ha iniziato a far conoscere al pubblico la propria attività. "Ora posso fare quello che voglio, perché so bene quello che voglio fare, cosa voglio dipingere. Ora la mia arte è molto più sofisticata e colorata. Mi piace molto", ha concluso.